Dolcetti al cioccolato (20 marzo 2021)

Dolcetti al cioccolato (20 marzo 2021)

Mettete in una ciotola 2 tuorli, 100 gr di zucchero e 1 cucchiaio di marsala lavorateli con le fruste elettriche fino a ottenere un composto spumoso. A parte, sbriciolate 300 gr di biscotti secchi con le mani e riduceteli in polvere, senza lasciare pezzetti più grossi. Aggiungeteli alle uova insieme a 40 gr di cacao amaro e a 100 gr di burro sciolto (oppure olio extravergine d'oliva 25 ml)

Mescolate bene e trasferite il composto in frigorifero per un’ora. Prelevate poi delle piccole porzioni di impasto, aiutandovi con un cucchiaio, grandi circa come una noce. Rotolandovele tra le mani dategli una forma tondeggiante, quindi passatele nel croccante di mandorle sbriciolato (200 gr) Adagiate ciascun dolcetto al cioccolato in un pirottino di carta, quindi su un vassoio e per finire in frigorifero fino a poco prima di servirli. A piacere potete anche variare la copertura esterna e utilizzare granella di nocciole, di pistacchi, di cocco oppure del torrone duro avanzato.

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Patate al forno (19 marzo 2021)

Patate al forno (19 marzo 2021)

Come evitare di attaccarle alla teglia? quale varietà scegliere? Quando si attaccano alla teglia, abbiamo degli svantaggi: la parte più sfiziosa della patata al forno, la croccante crosticina, rimane appiccicata e si perdono tempo ed energie a scrostare la teglia.

Il colpevole è l'amido, una sostanza presente nelle patate. Un primo consiglio, è di scegliere varietà povere di amido come quelle di colore giallo. Sono perfette per essere preparate al forno, anche perché resistono meglio alla cottura. Da evitare, invece, le patate a pasta bianca. Queste, infatti, sono ricche di amido e si sfaldano se cotte al forno. È molto importante mettere in ammollo le patate. In questo modo si elimina l’amido che fa attaccare le patate alla teglia. Una volta sbucciate e tagliate le patate, occorre immergerle in acqua fredda. Bisogna lasciarle in ammollo per almeno mezz’ora, cambiando l’acqua due o tre volte. Un altro trucco è bollire le patate prima di cuocerle al forno, aggiungendo all’acqua di cottura un pizzico di bicarbonato di sodio. Questa polvere, infatti, rende la crosticina delle patate extra-croccante. Così, sarà più facile rimuoverle dalla teglia. Infine prima di mettere le patate in forno, occorre massaggiarle con olio e la teglia deve essere coperta con la carta da forno

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Tisana allo zenzero (18 marzo 2021)

Tisana allo zenzero (18 marzo 2021)

Questa radice ha proprietà digestive e aiuta le funzioni dell’intestino,

sgonfia la pancia, placa fame e nausea 

ed è anche un ottimo rimedio in caso di sintomi da raffreddamento.

Ingredienti per la tisana: 40 g di radice di zenzero fresco o 3 cucchiaini

colmi di zenzero in polvere, 600 g di acqua, limone una fettina

Se avete scelto di usare la radice fresca, lavatela con cura, sbucciatele,

tagliatela a pezzetti piccoli e gettatela in un bollitore con dell’acqua.

Portate a bollore sul fuoco per 7 minuti, lasciatela intiepidire per almeno

5 minuti, filtrate il liquido e travasatelo nelle tazze.

Servite con miele a piacere e una fetta di limon3 di limone

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma .

Spaghetti con pesto di carote e mandorle (17 marzo 2021)

Spaghetti con pesto di carote e mandorle (17 marzo 2021)

Iniziamo col lavare 5 foglie di basilico ed asciugarlo per bene. A parte, puliamo 400 gr di carote, tagliamole a rondelle e inseriamole all’interno del bicchiere del mixer. Aggiungiamo anche 20 gr di mandorle e il basilico e mixiamo. Uniamoci anche l’olio extravergine (basteranno 2 cucchiai), il pepe e il sale e mixiamo ancora fino ad ottenere un pesto cremoso. A parte cuociamo 280 gr di spaghetti in abbondante acqua salata e li scoliamo al dente trasferendoli in una padella assieme al pesto. Accendiamo a fiamma bassa e li mantechiamo per due minuti. Per ultimo impattiamo, aggiungiamo qualche mandorla e una spolverata di pepe.

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Un contorno napoletano, la cianfotta.. (16 marzo 2021)

Un contorno napoletano, la cianfotta.. (16 marzo 2021)

Occorrono 2 kg di peperoni, 2 kg di melanzane, 1 kg di patate, 1 kg di zucchine, 700 gr di cipolle bianche, 60 gr di capperi, 150 gr di olive nere snocciolate, sale, olio extravergine d'oliva, tanto basilico e tanto prezzemolo e una spolverata di pepe.

Tagliate le melanzane a dadini e mettetele in uno scolapasta per 1 ora con del sale. Nel frattempo lavate e tagliate le altre verdure e iniziate a cuocerle rosolando le cipolle tagliate finemente in una padella capiente con abbondante olio extravergine d'oliva. Poi aggiungete i peperoni lasciandoli appassire per 10 minuti e dopo le patate e le zucchine, continuando la cottura a fuoco medio-alto, mescolando ogni tanto. Dopo 15 minuti aggiungete le melanzane, abbassate di fuoco, aggiustate di sale e pepe e continuate a cuocere coprendo la pentola con un coperchio e mescolando. Infine aggiungete i capperi, le olive, il basilico e il prezzemolo proseguendo la cottura per 15 minuti. Potete servirla assieme a un piatto di carne tipo le polpette o il pollo arrosto

#nutrizione
#alimentazionesana
#ricette
#metodoritma

UOVA IN CAMICIA (15 marzo 2021)

UOVA IN CAMICIA (15 marzo 2021)

 

La prima cosa è che le uova devono essere a temperatura ambiente. Altrimenti ll’albume si cuocerà in modo disomogeneo, staccandosi dal tuorlo. Prendiamo una pentola alta e la riempiamo con l’acqua. Aspettiamo che bolla e prendiamo un mestolo, versiamo un filo d’olio d’oliva e con la cartada cucina lo distribiamo tutto all’interno del mestolo.Spacchiamo l'uovo nel mestolo. Quando l’acqua starà bollendo prendiamo il mestolo con l’uovo. Teniamo il mestolo a contatto con la superficie dell’acqua, senza immergerlo. Il calore inizierà a cuocere l’uovo. Quando l’albume sarà diventato bianco e solo intorno al tuorlo sarà ancora un po’ trasparente è il momento di immergere il mestolo nell’acqua bollente, per un paio di minuti circa. Quando l’albume sarà bianco al 100 per cento e si sarà formata la patina sul tuorlo sarà pronto da mettere sulla fetta di pane.
 

Come gestire gli attacchi di Fame? (14 marzo 2021)

Come gestire gli attacchi di Fame? (14 marzo 2021)

 

la voglia improvvisa di cibo?

Per qualcuno si tratta di cibo salato e

per altri del dolce...

Ci sono spezie che riducono il senso di fame

favorendo una sensazione di sazietà.

Abbiamo la Curcuma che aiuta la digestione,

favorisce il metabolismo, fa assimilare di meno

gli zuccheri e calma la fame.

La possiamo utilizzare nei risotti, nel latte, nelle

tisane e negli infusi.

Abbiamo anche la Cannella che ha la capacità di

regolare la percentuale di zuccheri nel sangue,

Fa in modo di abbassare il picco glicemico e

di conseguenza il senso di fame.

Riduce l’assorbimento di lipidi.

La si può utilizzare spolverata in cioccolate calde,

centrifughe, caffè, ma anche ricette salate.

Adoro la tisana alla cannella, che è un ottimo

spezza fame pomeridiano....

Abbiamo anche il cardamomo c he stimola il corpo

a liberarsi dei liquidi in eccesso, accelera le funzioni

metaboliche dell’organismo, riduce il senso di gonfiore.

A me piace metterla nel caffè della mattina a colazione.

Qualcuno utilizza anche il peperoncino, ma bisogna

stare attenti nei dosaggi, soprattutto per chi ha lo

stomaco debole (gastriti, ulcere gastriche, ernia

iatale e gastroenteriti)....

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Come gestire gli attacchi di fame?

la voglia improvvisa di cibo?

Per qualcuno si tratta di cibo salato e

per altri del dolce...

Biscotti alla mela ( 13 marzo 2021)

Biscotti alla mela ( 13 marzo 2021)

 

Mela 1

50 g ‏Olio di semi di girasole

300 g ‏Farina

125 g ‏Yogurt bianco

50 g ‏Vino bianco

1 cucchiaio ‏Rum

60 g ‏Zucchero di canna

50 g ‏Fecola di patate

2 cucchiaini ‏Lievito per dolci

1 cucchiaino ‏Cannella

Mettiamo in una ciotola, lo yogurt e lo zucchero.
Uniamo a questi anche la farina e mescoliamo.
Sbucciamo la mela, togliamole il torsolo e
tagliamola a pezzetti.
Infine aggiungiamo il rum, il vino, la cannella,
’olio e la mela tagliata e continuiamo a mescolare.
Dopo prendiamo il lievito e la fecola di patate.
Mescoliamo fino a quando l’impasto non è ben compatto.
Foderiamo la teglia da forno con la carta da forno e,
con l’aiuto di un cucchiaio, prendendo a mano a mano l
’impasto appoggiamo i nostri biscotti sulla carta forno.
Quando tutto l’impasto sarà finito, spolveriamo
i biscotti con lo zucchero di canna e cuociamoli,
per 15 minuti a 180°.

 

Verdure di stagione: La scarola (12 marzo 2021)

Verdure di stagione: La scarola (12 marzo 2021)

Sono gli alleati migliori per un fisico sano.

Ogni periodo ha le sue verdure di stagione

e ora è c'è la scarola, povera  di grassi, ricca

di vitamine e che fa bene alla digestione.

 

 

 

È ricca di acqua e minerali, di fibre e vitamine A, C e K.

Aiuta molto l’apparato digestivo. Contiene acido folico e magnesio.

Il folato è perfetto per ridurre stanchezza e affaticamento, mentre

il magnesio in più, aiuta il metabolismo, il sistema nervoso e muscolare.

Si può cucinare in tantissimi modi.

Come ad esempio la scarola alla napoletana,

la pasta con scarola alla siciliana e la scarola in padella

arricchita dal gusto delle olive taggiasche.

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Pasta con Zucchine e gamberi (11 marzo 2021)

Pasta con Zucchine e gamberi (11 marzo 2021)

Da amante delle zucchine vi presento la ricetta

della pasta con zucchine e gamberi

Per prima cosa si prepara un pesto di zucchine,

che unirà tutti gli ingredienti rendendo questo piatto

gradevole.

Prendete 3 zucchine e grattugiatele in una ciotola e poi
tagliate altre 2 zucchine a rondelle e cuocetele in padella
con un filo di olio.Insieme alle zucchine grattugiate, aggiungete
basilico 50 gr, pinoli 50 gr, pecorino 50 gr, e olio extravergine
d'oliva quanto basta. Frullate fino a quando non avrete ottenuto
un pesto di zucchine cremoso.
Aggiungete sale e pepe e mescolate bene.
Passiamo alle cotture in padella.
Una volta che le zucchine tagliate a rondelle saranno morbide e
cotte, occupatevi dei gamberetti 400 gr: scottateli in padella per
circa 2 minuti e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco.
Ora che tutti gli ingredienti sono pronti bisogna fare bollire 400 gr
di pasta in acqua salata. Quando sarà cotta al dente, saltatela in
padella con il pesto di zucchine, le zucchine fatte a rondelle e un
mestolino di acqua di cottura. Alla fine ggiungete i gamberi saltati
in padella, una manciata di prezzemolo fresco tritato e 50 gr di
pinoli e mescolate bene per 2 minuti.

Colazione con Avogado (10 marzo 2021)

Colazione con Avogado (10 marzo 2021)
La colazione si sa, è la parte più importante della giornata
grazie ad essa abbiamo l’energia giusta per inziarla.

 

Introdurre l’avocado a colazione o come spuntino aiuta a dare la giusta carica. L’avocado a colazione lo possiamo gustare in forma di smoothies, di frullato oppure con lo yogurt ed i cereali tagliato a cubetti.

Cambiamenti Importanti (9 marzo 2021)

Cambiamenti Importanti (9 marzo 2021)

Ci sono dei momenti della nostra vita,

per colpa di cambiamenti importanti,

in cui il nostro corpo cambia forma prendendo peso

 

Lo dice uno studio: Non importa quanto sport si faccia, o che tipo di

alimentazione  si segua: nella vita ci sono alcuni momenti in cui si

tende a prendere peso a prescindere da tutto,  Sono fasi dell’esistenza

delicate,che segnano uno spartiacque tra ciò che si era prima e ciò che

si diventa dopo. (il passaggio dalle superiori all'università,  il primo lavoro

e il diventare genitori) 

 

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

lasagne di pane azzimo (8 marzo 2021)

lasagne di pane azzimo (8 marzo 2021)

Una ricetta particolare, lasagne di pane azzimo

condite con pesto al basilico e besciamella

vegetale preparata col latte di soia

Ingredienti:
• 4 fogli di pane azzimo
• pesto di basilico vegano (4 cucchiaii)
• brodo vegetale q.b.
• 1 bicchiere di latte di soia
• 4 cucchiai di farina di grano saraceno
• 2 cucchiai di olio di girasole
Per prima cosa preparate la besciamella vegana: mettete la farina e l’olio di
girasole in una casseruola, ponete sul fuoco e fate tostare per qualche istante.
Togliete il pentolino dal fuoco, unite il latte caldo e mescolate bene con una
frusta in modo da evitare la formazione di grumi.  Mettete nuovamente il
pentolino sul fuoco e fate cuocere per una decina di minuti o cquanto basta
per ottenere una besciamella densa. Lasciate intiepidire, poi aggiungetevi
alcuni cucchiai di pesto di basilico vegano. A questo punto vediamo come
utilizzare il pane azzimo: versate il brodo tiepido all’interno di un contenitore
rettangolare, bagnate velocemente un foglio di pane azzimo e adagiatelo
all’interno di una pirofila oleata.Versate sopra un paio di cucchiai di besciamella
sopra e un mestolino di brodo per ammorbidire il pane.
Procedete in questo modo fino a terminare gli ingredienti a vostra disposizione.
I nfornate in forno già caldo a 160 °C per 20 minuti. A cottura ultimata, togliete
dal forno e lasciate intiepidire per qualche istante prima di servire.

Pasta alle verdure che depura l'organismo (7 marzo 2021)

Pasta alle verdure che depura l'organismo (7 marzo 2021)

Consumare verdure e frutta

è il segreto di una vita lunga e in salute.

Ingredienti x 2 persone
*160 grammi di pasta corta, tipo le farfalle;
*150 grammi di zucchine;
*olio extravergine d'oliva
*un bicchiere di vino bianco
*panna vegetale 200 ml
*Uno scalogno piccolo
Prendiamo le zucchine, le laviamo e le tagliamo a rondelle.
Più sottili saranno le nostre listarelle, più il sugo sarà cremoso.
Nel frattempo, prendiamo una pentola capiente e ci versiamo a
bbondante acqua. Accendiamo il fuoco e portiamo a bollore.
Versiamo, quindi, il sale e poi la nostra pasta. Cronometro,
dieci minuti per far saltare le zucchine in padella.
Prepariamo un soffritto di scalogno (olio) e inseriamo le nostre
rondelle. Fuoco basso e poi, per trenta secondi fuoco altissimo.
Quando la padella è incandescente, andiamo a sfumare le
zucchine con il vino bianco.
Finita la cottura della pasta, la facciamo saltare ancora per due
minuti in padella con il sugo appena preparato e la panna e siamo
pronti per mangiare.

Ricetta Cavolfiori arrosto (6 marzo 2021)

Ricetta Cavolfiori arrosto (6 marzo 2021)

Cavolfiore arrosto, una ricetta semplice e pronta in pochi minuti

Si prepara al forno e occorre solo il cavolfiore tagliato a pezzetti,

olio, peperoncino, sale, maggiorana e pepe. E per ultimo panna

vegetale di soia e una spolverata di pan grattato. Si cuoce in forno
preriscaldato a 200 gradi per 30 minuti.
Un accorgimento il cavolffiore va messo in acqua fredda e sbollentato
per 5 minuti e poi nella pirofila assieme agli altri ingredienti e cotto
al forno.    

Uova ( 5 marzo 2021)

Uova ( 5 marzo 2021)
Quanti di voi, una volta comprate le uova, le tolgono dalla rispettiva confezione, le lavano una per una e poi le ripongono in frigorifero?Lavarle prima di conservarle è sbagliato perché si elimina la cuticola protettiva, nota come mucina, una glicoproteina la cui azione è di proteggere l’interno dell’uovo da possibili contaminazioni microbiche. In assenza di mucina, l’esterno del guscio dell’uovo, poroso per sua natura, rischierebbe di essere attaccato da batteri e microbi, in grado poi di contaminare anche tuorlo e albume.

Seduti a tavola, quante volte bisogna masticare ogni boccone? (4 marzo 2021)

Seduti a tavola, quante volte bisogna masticare ogni boccone? (4 marzo 2021)

 

 

Masticare lentamente aiuta la nostra digestione ma è anche unamodalità per dimagrire con pochi sacrifici...Ma quante volte bisogna masticare ogni boccone?Ci ha pensato un medico e presentatore di Oxford, Xand van Tulleken.Oltre a masticare lentamente, bisogna ripetere l’azione almeno per 35 volte.In questo modo secondo Tulleken assumeremo il 30% in meno di cibo.Mangiare lentamene aiuta ad avere prima la sensazione di sazietà equindi ci porta a ridurre la quantità di cibo ingerita.
#nutrizione #alimentazionesana #ricette #metodoritma

Frittelle olive e pomodorini (3 marzo 2021)

Frittelle olive e pomodorini (3 marzo 2021)
Frittelle olive e pomodorini, un piatto di origine spagnola,
adatto come antipasto o come un secondo da preparare velocemente

Ingredienti: 2 uova, prezzemolo fresco un rametto, 1 spicchio di aglio,

250 gr di olive snocciolate, 100 gr di farina, timo fresco 1 cucchiaino,

9 pomodorini pachino, una punta di un cucchiaio di lievito in polvere

istantaneo, pepe nero macinato fresco: una spolverata, 3 cucchiai rasi

di pan grattato e olio per friggere q.b.

 

Lavate i pomodorini sotto un getto di acqua fresca e tamponateli con della

carta cucina. Fate lo stesso con il timo e il prezzemolo. Sbattete le uova in

una ciotola. Aggiungete il lievito e la farina a pioggia mescolando gli

ingredienti con una frusta per avere un impasto omogeneo.

Dopo 5 minuti unite i pomodorini a pezzetti e le olive tritate e miscolate

con cura. Infine incorporate un pò d'aglio tritato, erbe aromatiche ed il pan

grattato. Scaldate dell’olio in una padella antiaderente a fiamma media

e, appena inizierà a friggere, unite il composto a cucchiaiate. Cuocete il

tutto per pochi minuti e quando saranno ben dorate su entrambi i lati

trasferite su carta assorbente, eliminando l’unto in eccesso. Servitele calde.

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

CAROTE CROCCANTI ARROSTITE IN PADELLA ( 2 marzo 2021)

CAROTE CROCCANTI ARROSTITE IN PADELLA ( 2 marzo 2021)
Un contorno da abbinare ad un secondo come carne, ceci o pesce.Si tagliano a bastoncini e si cuociono in padella con olio extravergine d'oliva. Tempo di cottura: circa venti minuti. Si possono anche tostare, a parte una decina di mandorle, in un pentolino a parte per 10 minuti e aggiungerle alle carote arrostite per avere un piatto sfizioso.
#nutrizione #alimentazionesana #ricette #metodoritma

Una gustosa frittata in padella (1 marzo 2021)

Una gustosa frittata in padella (1 marzo 2021)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il segreto per una gustosa frittata è di utilizzare

uova fresche così non si sfalda. In piu l'albume e il tuorlo

dovrebbero essere preparati separatamente con formaggio

e spezie, mentre le verdure con il tuorlo. Alla fine si uniscono

assieme versando l'albume sopra il tuorlo dall'alto e molto

delicatamente in modo da ottenere una frittata soffice e gonfia.

Si cuoce con un pochino d'olio in una padellla antiaderente per

il tempo necessario e girandola aiutandoci con un coperchio

 

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

SPAGHETTI DI ZUCCHINE (28 febbraio 2021)

SPAGHETTI DI ZUCCHINE (28 febbraio 2021)

 

 

Un piatto a crudo e veloce.

Sono molto facili da preparare

Si prendono le zucchine si tagliano in verticale

con un coltello o una grattugia a fori larghi.

Si condiscono con olio, sale, pepe, due cucchiai

di pesto e pomodorini tagliati a metà

 

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Come cuocere la frittata (16 ottobre 2020)

Come cuocere la frittata (16 ottobre 2020)

Il trucco è utilizzare la carta da forno, da applicare

tonda, ad una padella antiaderente

Qui sotto trovi la ricetta

https://www.proiezionidiborsa.it/come-fare-na-frittata.../

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Movimento (19 ottobre 2020)

Movimento (19 ottobre 2020)

Fai movimento con costanza e gioia

Percorri ogni giorno almeno 5000 passi.

Trova un posto che ti dia la carica e l'energia

per affrontare il nuovo giorno.


#nutrizione
#alimentazionesana
#Ricette
#metodoritma

Miele (1 ottobre 2020)

Miele (1 ottobre 2020)

Miele

E' da tenere in considerazione per dare un aiutino alle nostre difese immunitarie ora che la temperatura è calata e durante il giorno fa ancora caldo.  Qui sotto trovi un articolo interessante. 

 

Https://www.proiezionidiborsa.it/cambio-di-stagione-un-alimento-antico-per-una-salute-di-ferro-scopri-qual-e/

 

#nutrizione 

#alimentazionesana 

#ricette 

 

Vellutata di verdura (30 settembre 2020)

Vellutata di verdura (30 settembre 2020)
Incomincia il freddo e alla sera fa piacere a scaldarci con il cibo.
Mi piacciono le vellutate di verdure
La mia preferita spinaci e ceci
Qui sotto trovi il link per avere la ricetta

Sale al basilico (29 settembre 2020)

Sale al basilico (29 settembre 2020)
  Sale aromatizzato al basilico
Un modo per conservare
il basilico, semplice, ma efficace

 

 

Alimenti anti-infiamnatori (28 settembre 2020)

Alimenti anti-infiamnatori (28 settembre 2020)
È importante trattare bene il nostro intestino cercandodi alimentarci con cibi anti-infiammatori, quali:
  • Verdure a foglia verde, come cavoli, spinaci e cicoria .
  • Frutti interi
  • Olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
  • Acqua naturale
  • The verde
  • Frutti rossi
  • Nocciole crude
  • Cibi ricchi in Omega3, quali noci, sardine, salmone, semi di lino.

Torta di mele (27 settembre 2020)

Torta di mele (27 settembre 2020)

Torta di mele

Una fetta di torta la puoi inserire come alternativa della colazione

domenicale oppure per festeggiare un compleanno.

Ci sono tanti modi per preparla.

Qui sotto trovi un link in cui sono spiegate 4 varianti

 

https://www.cucina-naturale.it/.../il-profumo-della.../...

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Visita dal nutrizionista: cosa occorre per andare preparati (26 settembre 2020)

Visita dal nutrizionista: cosa occorre per andare preparati (26 settembre 2020)

Molte persone in sovrappeso o che semplicemente vorrebbero modificare le proprie abitudini alimentari nella maniera più corretta si recano alla prima visita dal nutrizionista impreparate.

Nessuna dimenticanza sarà irreparabile, ma senz’altro ritarderà un po’ i tempi per trovare la giusta strada alimentare.

Gli esami richiesti

In genere all’atto della prenotazione è richiesta una serie di esami ematici e non. Se così non fosse è comunque consigliabile portare con sé il referto di un elettrocardiogramma recente più gli esiti altrettanto recenti di un esame completo delle urine e dei seguenti esami del sangue, non tutti comunemente eseguiti: FT3 – FT4 – TSH, colesterolo totale e trigliceridi, sodio e potassio, emocromo completo + sideremia, bilirubina totale, glicemia, peptide C, insulina, creatinemia, PT e antitrombina III. PCR, vitamina D25 OH.

Il diario alimentare

Qualunque nutrizionista che si rispetti chiederà ai propri pazienti di tenere un diario alimentare. Presentarsi alla prima visita con un diario di 7-10 giorni già compilato aiuterà il medico a farsi subito un’idea delle abitudini consolidate.

Le domande alle quali prepararsi

Può essere che il nutrizionista faccia avere al paziente un questionario da consegnare alla visita, ma non sempre ciò avviene perchè magari non ci sono i tempi tecnici.

E’ possibile però prepararsi a rispondere ad una serie di domande che ci saranno poste e se qualcuna non lo sarà in ogni caso potrà essere utile fornire quel tipo di informazione.

Ecco le domande più comuni che saranno/potranno essere poste:

Che tipo di pasti facciamo a colazione, pranzo e cena? Dove mangiamo?

Cosa ci piace di più? Cosa detestiamo?

Ci sono dei cibi che ci fanno stare male?

Preferiamo il dolce o il salato?

Soffriamo di qualche malattia cronica o che magari si ripete con frequenza?

Sudiamo? Quanto e dove?

In che posizione dormiamo? Sogniamo e cosa sogniamo?

Preferiamo il caldo il freddo? Qual è la nostra temperatura ideale?

Facciamo attività fisica? Quale?

Negli ultimi 12 mesi quanti chili di peso abbiamo accumulato? In quale parte o quali parti del corpo?

Perché abbiamo deciso di dimagrire?

Assumiamo farmaci ad orari fissi ogni giorno? Quali?

Che taglia portiamo? Quanto siamo alti? Quanti anni abbiamo? Usiamo la cintura?

Infine, può essere utile scrivere una breve presentazione di se stessi che consenta al nutrizionista di conoscerci al di là dell’aspetto fisico, degli esami e delle risposte che daremo alle sue domande.

Dott.ssa Maria Giulia Golfari

 

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Penne al pesto alla siciliana. (25 settembre 2020)

Penne al pesto alla siciliana. (25 settembre 2020)

Una nuova ricetta per oggi penne condite con pesto alla siciliana: un sugo a base di pomodori, pinoli, Basilico e ricotta. Si utilizza una pasta corta, in origine le busiate, che sono simili ai maccheroni. Al posto della ricotta uso il pecorino.

https://www.pianetadonne.blog/pesto-alla-siciliana-tutto.../

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Tarme da cucina (24 settembre 2020)

Tarme da cucina (24 settembre 2020)
Tarme da cucina
Può capitare di trovarle, se lasci aperto per troppo tempo le confezioni.
Purtroppo, basta portare dal supermercato una confezione di pasta con le
uova di tarma per infestare tutti gli altri prodotti che sono per loro
una leccornia. Purtroppo si riproducono velocemente, la femmina può
deporre fino a 300 uova in una sola volta, che si schiudono in una settimana.
Ho letto un articolo che può aiutarti a salvarti e da qui tre suggerimenti:
1. Congela il pane, a loro non piace il freddo
2. Pulisci tre volte all'anno gli armadietti con acqua e aceto bianco
3. Evita troppe scorte di cereali
Qui sotto trovi l'articolo
https://www.proiezionidiborsa.it/le-tarme-da-cucina-sono.../
#nutrizione
#alimentazionesana
#ricette
#metodoritma

Ricetta al forno (23 settembre 2020)

Ricetta al forno (23 settembre 2020)

Oggi con questo tempo umido ho voglia di accendere il forno.

Ecco a voi una ricetta che la potete usare come contorno,

o anche come piatto vegetariano, da accompagnare a un

secondo come le uova, i ceci e la carne.

Ci vogliono i finocchi, pomodorini e le olive nere.

Si prepara in 10 minuti e nel forno resta per 30 minuti

Qui sotto trovi il link

https://blog.giallozafferano.it/.../finocchi-con.../

 

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Limone e I suoi usi (22 settembre 2020)

Limone e I suoi usi (22 settembre 2020)
Limone
  • Lo uso in cucina parecchio.
  • La mia nonna lo usava in pochino sul viso come antibatterico.
  • Ho trovato un'altro suo impiego, è anche un ottimo detergente abbinato all'aceto.
  • Qui sotto trovi la ricetta

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

Esiste una dieta uguale per tutti? (21 settembre 2020)

Ho appena letto questo articolo sul corriere. Sicuramente una dieta uguale per tutti non esiste. Posso dirvi che per avere più energia alla mattina bisogna partire col piede giusto dormendo bene di notte per 7 ore e dedicando del tempo a preparare una san

Ho appena letto questo articolo sul corriere..Sicuramente una dieta uguale per tutti non esiste. Posso dirvi che per avere più energia alla mattina bisogna partire col piede giusto dormendo bene di notte per 7 ore e dedicando del tempo a preparare una sana colazione. In più alla mattina ricarico le batterie uscendo per una passeggiata di 30 minuti portando il mio cane Ugo a fare un giretto. Qui sotto trovi l'articolo 

https://www.corriere.it/.../dieta-si-ma-su-misura-quella...

 

 

#nutrizione

#alimentazionesana

#ricette

#metodoritma

La raccolta dell'uva e la luna (20 Settembre 2020)

La raccolta dell'uva e la luna (20 Settembre 2020)
Settembre è anche il mese della vendemmia. In passato esisteva un codice tradizionale di comportamento legato alle fasi lunari per la raccolta dell'uva. Andrebbe raccolta in luna calante e la pigiatura in luna crescente, entro il primo quarto di luna. Conta anche l'orario, bisogna evitare sia le prime ore del mattino perhe il sole deve aciugare l'umidità e le ore più calde per non innescare il processo di fermentazione. Clicca qui sotto per trovare ulteriori informazioni

Tanaceto una pianta da riscoprire (19 settembre 2020)

Tanaceto una pianta da riscoprire (19 settembre 2020)
Tanaceto, una pianta interessante perché grazie agli oli essenziali in esso contenuti, ha un'azione repellente nei confronti di molti lepidotteri che minacciano la produzione dell'orto. Agisce anche su afidi e alcuni acari del giardino. Nel passato si metteva a mazzetti vicino al frumento per cacciare i topi. Utile anche contro i dolori mestruali, mal di denti e aria nella pancia. Per questo si prepara un infuso con 10 gr di pianta essiccata in 300 ml d'acqua, da lasciare in infusione per 10 minuti e da bere dopo aver mangiato.
Solo le donne in gravidanza lo devono evitare per il suo effetto abortivo. Clicca qui sotto per avere ulteriori informazioni
https://blog.giallozafferano.it/.../finocchi-con.../
#nutrizione #alimentazionesana #ricette #metodoritma

PASTICCIO DI PATATE (9/02/2019)

PASTICCIO DI PATATE (9/02/2019)

Le patate sono l’alimento più consumato e coltivato

al mondo

Hanno origini antichissime. Gli Incas le chiamavano

“papas”. Sono arrivate in Europa solamente nel XVI

secolo ad opera del conquistatore spagnolo Francisco Pizarro.

Esistono moltissime varietà di patate, circa duemila

Duemila varietà di patate che possono essere divise
in due grandi gruppi: patate a pasta bianca, più farinose
e adatte ad essere schiacciate per la preparazione di purè
o gnocchi, e patate a pasta gialla con polpa compatta ed
adatte quindi ad essere cucinate intere o fritte.
Poi ci sono le patate viola, le patate americane
e tante altre qualità meno note però sulle nostre tavole.

Le patate, oltre che buone da mangiare, sono

anche curative

Hanno propietà deputative, sedative, anti-tumorali e

diuretiche e possono essere consumate anche dai

diabetici perché le loro fibre assorbono facilmente

gli zuccheri.I noltre l’acqua di cottura delle patate è

un ottimo rimedio contro i dolori reumatici, mentre

con una fetta di patata si possono lenire delle ustioni.

Come si scelgono e si conservano le patate?

Per prima cosa dovete controllare la buccia che deve

essere compatta e non rugosa o morbida.

Non deve nemmeno presentare macchie o piccoli

germogli. In tal caso vuol dire che le patate

sono invecchiate. Non buttatele, semplicemente

eliminate i germogli e utilizzatele per fare gli gnocchi.
Le patate non andrebbero conservate nel

frigorifero perché la temperatura è troppo bassa.

Meglio sistemarle in un posto fresco e buio

come una cantina. Avvolgetele con della carta

di giornale  e si manterranno più a lungo.

Ora veniamo alla ricetta che vi voglio proporre

PASTICCIO  DI PATATE

Ingredienti  x 4 persone: 

patate  500 gr, finocchi 2 medi, piselli 100 freschi,

panna vegetale 250 ml, pangrattato 50 gr, timo.

Procedimento: fare  degli strati alternati di  patate 

e finocchi   condendoli ciascun strato con la panna,

piselli e timo,sull’ultimo  strato di patate dare una

spolverata con il pan grattato. 

Cuocere a 180°  nel forno  preriscaldato

per  50-60 minuti.

NUTRIZIONE

NUTRIZIONE

La nutrizione consiste nell’atto di procurare all’organismo

i necessari nutrienti per la crescita, per il sostentamento e

per il benessere generale.

In una famosa citazione, Ippocrate, padre della medicina

occidentale, diceva “Fa che il cibo sia la tua medicina e

che la medicina sia il tuo cibo.”

La nutrizione è esattamente questo: un insieme di nutrienti

che favorisce il funzionamento e l’integrità dei processi

biologici dell’organismo. Una corretta nutrizione, quindi, è

legata strettamente a ciò che mangiamo: ogni nutriente

, singolarmente o combinato con altre sostanze può apportare

o meno la giusta energia al nostro organismo e favorire

regolarmente il processo biologico che ne è alla base.

 

Mangiare in maniera scorretta può, invece, a breve, medio

e lungo termine procurare danni spesso irreversibili al nostro organismo, che non consistono soltanto nell’insorgenza di

obesità ed altri squilibri legati al peso corporeo, ma anche

nella comparsa di patologie e malesseri legati a ciò che

ingeriamo. Questo perché la nutrizione è una scienza ma al

contempo si basa su un processo molto semplice: dare

all’organismo ciò di cui ha bisogno per funzionare in

maniera sana ed equilibrata.

Accumulare troppo grasso è un rischio per il nostro

organismo che può andare incontro a varie malattie che

possono colpire il cuore, i reni e altri importanti organi.

Se non trattata per tempo, l’obesità può dare origine ad

una serie di complicazioni per la salute, talvolta

estremamente gravi. Il mantenimento di un adeguato

peso corporeo è l'unica arma realmente efficace per ridurre

il rischio di malattie e migliorare la qualità della vita

Problemi legati all'obesità

·         PROBLEMI RESPIRATORI

Essere in sovrappeso o addirittura obesi causa difficoltà

di respirazione, come ad esempio apnea notturna e

affaticabilità anche quando si compiono minimi gesti

quotidiani;

·         PROBLEMI DI TIPO ARTICOLARE

L'eccessivo peso limita i movimenti, provoca dolori

articolari e deformazioni specie gli arti inferiori, aggrava

ed accelera fenomeni di artrosi ed osteoporosi;

·         DISTURBI ALL'APPARATO DIGERENTE

L'accumulo di grasso e il conseguente aumento di peso

possono determinare l'insorgere del diabete, malattie del

fegato e della colecisti, reflusso gastroesofageo e

aggravamento di un’ernia iatale, tumori;

·         DISTURBI CARDIO-CIRCOLATORI

L’aumentata massa corporea sottopone il cuore ad un

eccesso di lavoro, fino ad una sua insufficienza e l’eccesso di

grasso in circolo comporta un deposito di strati lipidici nelle

arterie, tipico dell’aterosclerosi. Anche l’ipertensione è una

condizione spesso associata a sovrappeso/obesità.

Da non sottovalutare le conseguenze di tipo psicologico,

che possono trascinarsi ed amplificarsi negli anni.

Il disturbo può arrivare a stravolgere la vita del soggetto

e i suoi rapporti sociali, soprattutto se il sovrappeso o

lobesità si manifestano durante l’età adolescenziale o

giovanile: si comincia col rifiutare gli inviti degli amici fino

a chiudersi in se stessi, vittime del proprio problema, che

sembra senza via di uscita.

Gli effetti dell'obesità sulla salute sono di così vasta

portata che negli individui obesi  dovrebbe scattare

la molla di prendere in considerazione non solo il

proprio benessere, ma anche quella di coloro che

amanoe affrontare seriamente il problema prima

che esso diventi irreversibile

 

 

COSA FARE QUANDO ARRIVA L'INFLUENZA

COSA FARE QUANDO ARRIVA L'INFLUENZA

L’INFLUENZA è un’infezione respiratoria causata da virus;

la trasmissione avviene attraverso piccole goccioline espulse

nell’aria da pazienti infetti, che possono essere inalate

direttamente attraverso bocca/naso, oppure essere portate

a contatto di una mucosa con le mani, dopo aver toccato

una superficie contaminata.

I sintomi dell’influenza compaiono improvvisamente e si

presenta  come malattia respiratoria acuta ma, dopo un

periodo di incubazione di circa 2 giorni, il paziente

manifesta la brusca comparsa di

  • febbre alta,
  • brividi,
  • mal di testa
  • e dolori muscolari.

Questi sintomi  possono essere associati a sintomi

propri del tratto respiratorio superiore e inferiore, come

  TOSSE E MAL DI GOLA

Meno comuni sono invece i sintomi gastrointestinali

come nausea e vomito

La maggior parte delle persone colpite recupera

completamente nel giro di 7-10 giorni

Assumere  un integratore  a base di magnesio, selenio e

complesso  B aiuta  il recupero delle forze,

Per l’imminente stagione influenzale si prevede che possa

colpire non meno di 5 milioni di italiani

Il modo principale per evitare il contagio è ricorrere

alla vaccinazione antinfluenzale, ma anche una buona

igiene è di grande importanza: un accurato e frequente

lavaggio delle mani può concretamente ridurre il rischio

di trasmissione.

I pazienti più colpiti sono annualmente i neonati

e i soggetti con più di 65 anni di età: queste sono

infatti le fasce di popolazione, con sistema immunitario

rispettivamente non ancora sviluppato o debilitato, che

rischiano quindi anche lo sviluppo di complicazioni

come polmoniti o bronchiti.

Dal punto di vista medico la definizione di malato

influenzale prevede una sintomatologia respiratoria

comparsa improvvisamente, febbre oltre i 38° e

almeno uno tra i seguenti sintomi:

  1. cefalea,
  2. malessere diffuso,
  3. aumento della sudorazione,
  4. brividi
  5. mancanza di appetito

ed almeno uno dei  seguenti sintomi  respiratori:

  1. tosse,
  2. mal di gola,
  3. congestione nasale

La maggior parte dei soggetti in giovane età in salute

guarisce dall’influenza senza alcuna conseguenza.

Febbre e dolori muscolari in genere durano solo

2 – 4 giorni, ma la tosse e la stanchezza possono

protrarsi per 1 – 2 settimane o più.

Nei bambini più piccoli l’influenza può causare la

 polmonite  o la bronchiolite 

L’influenza può indebolire il sistema immunitario,

favorendo infezioni batteriche come otiti, polmoniti o sinusite

 

 Per evitare il contagio, si dovrebbe stare lontano dagli

ammalati.

Gli unici farmaci efficaci direttamente verso il virus

dell’influenza sono gli antivirali, che tuttavia devono

essere assunti entro 48 ore dalla comparsa  dei sintomi.

Nei soggetti non considerati a rischio si consiglia al

contrario il ricorso a medicinali sintomatici

per esempio utilizzate un antipiretico  come il paracetamolo

per la febbre che supera i 38° C .

La tentazione a ricorrere ad un antibiotico è irresistibile

per molti, ma si tratta di errore che non solo non sarebbe

di beneficio, ma potrebbe addirittura rivelarsi controproducente;

 

I rimedi della nonna

Attingendo alla tradizione popolare sembra che alcuni

alimenti offrano  una protezione dal virus: nel brodo di pollo

vi sono proteine che accelerano il rinforzo della membrana

dei globuli bianchi e di altre cellule del sistema immunitario e,

consumato caldo, ha effetto fluidificante su muco e catarro.

Cipolla ed aglio hanno dimostrato di possedere proprietà

antisettiche ed espettoranti mentre il miele, oltre a

favorire la fluidificazione del catarro, può servire a calmare

crisi di tosse e lenire le mucose in caso di raucedine.

Respirare i vapori caldi da una pentola con acqua in ebollizione

in cui siano state disciolte essenze balsamiche   come

malva, eucalipto) è uno dei rimedi più conosciuti per la tosse

o per il  raffreddore caratterizzato da ostinata congestione nasale.

 

 

 

 

 

 

Il tuo carrello

Spedizione:
Totale:

Concludi l'acquisto

1

Indirizzo

Nome
Cognome
Indirizzo
Città
Provincia
CAP
Email
Codice fiscale
Cellulare

2

Spese di spedizione

Seleziona la spedizione
 

3

Metodo di pagamento

Seleziona un metodo di pagamento
 

Salve

riceverai  il prodotto entro  72 ore dal pagamento, via  email, 

Grazie Dott.ssa Golfari  Maria Giulia

Importo totale:

Ordina